Banche

Usa, Fed e Fdic vagliano i “testamenti” della grandi banche

Le autorità americane hanno annunciato ieri di aver avviato l’analisi sui “testamenti” delle grandi banche. Si tratta dei documenti, che sono stati consegnati ai regolatori, al cui interno sono contenute le direttiva da utilizzare in caso di fallimento...
Le autorità americane hanno annunciato ieri di aver avviato l’analisi sui “testamenti” delle grandi banche. Si tratta dei documenti, che sono stati consegnati ai regolatori, al cui interno sono contenute le direttiva da utilizzare in caso di fallimento. Indicazioni che dovrebbero scongiurare il ripetersi di quanto accaduto con Lehman Brothers, che ha trascinato con sé la finanza di mezzo mondo al momento del default.
A vagliare i documento sono la Federal Reserve e la Federal Deposit Insurance Corp., che hanno pubblicato sui loro siti web le parti cosiddette “pubbliche” delle indicazioni ricevute da cinque istituti di credito americani (Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs, JPMorgan Chase e Morgan Stanley) e quattro stranieri (l’inglese Barclays, le svizzere Credit Suisse e UBS, e la tedesca Deutsche Bank.
Fed e Fdic hanno adesso 60 giorni a disposizione per completare “l’esame preliminare”.  
4 Luglio 2012
Redazione    @ redazione@valori.it