Banche

Lloyds, raggiunto l’accordo con Co-op

Dopo gli ostacoli incontrati negli scorsi mesi, nella giornata di ieri è arrivato l’ok da parte di Lloyds: procedono quindi le trattative per la vendita di 632 filiali a Co-op, il principale gruppo mutualista britannico...
Dopo gli ostacoli incontrati negli scorsi mesi, nella giornata di ieri è arrivato l’ok da parte di Lloyds: procedono quindi le trattative per la vendita di 632 filiali a Co-op, il principale gruppo mutualista britannico. Lo fa sapere il quotidiano Guardian.
È archiviata, dunque, l’offerta da parte di NBNK, guidata da Lord Levene, ex presidente del gruppo assicurativo Lloyd’s of London, e dall’ex Ceo di Northern Rock Gary Hoffman. A questo punto, stando alle dichiarazioni diffuse da Lloyds, l’accordo in termini commerciali è stato raggiunto. Ma c’è ancora strada da fare prima che la transazione possa dirsi conclusa: mancano la documentazione e il via libera da parte dei consigli d’amministrazione, della FSA, del Tesoro britannico e della Commissione europea.
La vendita delle filiali è stata imposta dall’Unione europea come condizione per gli aiuti pubblici ricevuti durante i mesi più duri della crisi finanziaria. Ma l’operazione si sta rivelando tutt’altro che facile: sono già tre i mesi di ritardo rispetto alla tabella di marcia iniziale. Se andrà in porto, Co-op arriverà a guadagnare una quota del 7% del mercato bancario d’Oltremanica.  
28 Giugno 2012
Redazione    @ redazione@valori.it