Tassa sulle transazioni finanziarie

Hollande: «Tassa sulle transazioni in vigore dal 2013»

Ad ascoltare le parole del presidente della Repubblica francese non c’è da avere alcun dubbio: la tassa sulle transazioni finanziarie entrerà in vigore nel corso del 2013, e lo farà con il consenso della Germania...
Ad ascoltare le parole del presidente della Repubblica francese non c’è da avere alcun dubbio: la tassa sulle transazioni finanziarie entrerà in vigore nel corso del 2013, e lo farà con il consenso della Germania. Hollande ha spiegato questa mattina, in una conferenza stampa tenuta a Los Cabos, in occasione del G20 messicano, che il prelievo fiscale «non può più essere solo oggetto di discussioni. Occorre agire, per lo meno insieme a qualche Paese. E Berlino è d’accordo con noi per farlo rapidamente».
Tuttavia, ha aggiunto il presidente socialista, tecnicamente non si potrà passare attraverso il G20 per raggiungere tale scopo, bensì si dovrà sfruttare «una cooperazione rafforzata», strumento dell’Ue pensato proprio per garantire a gruppi di Stati membri di stipulare accordi anche senza un consenso unanime a livello comunitario.
Hollande non si è comunque sbilanciato nel merito della tassa, spiegando ad esempio che il tasso sarà deciso di comune accordo dai partecipanti alla cooperazione rafforzata.  
20 Giugno 2012
Redazione    @ redazione@valori.it