Preqin: per gli hedge un anno in chiaroscuro

Wall Street. Foto: Gary Wikimedia Commons

Nel corso del 2016 il settore globale dei fondi hedge ha registrato il rendimento medio più elevato degli ultimi quattro anni evidenziando, al tempo stesso, una riduzione complessiva degli investimenti. Sono i dati più rilevanti emersi nell’ultimo rapporto settoriale di Preqin, ripresi in questi giorni dal portale specializzato Citywire. Il 7,4% sperimentato durante l’anno dall’indice di riferimento - Preqin All Strategies Hedge Fund – rappresenta infatti un miglioramento del 5% rispetto al dato 2015 e contribuisce a far crescere il valore complessivo degli asset gestiti oltre quota 3.200 miliardi di dollari. I disinvestimenti netti (il saldo finale tra i nuovi capitali investiti e quelli ritirati nel medesimo periodo) si collocano invece a 102 miliardi di dollari.

 

Tra i settori maggiormente soggetti al disimpegno dei capitali si segnalano il comparto equity (con disinvestimenti netti per 42,9 miliardi di dollari) e quello del credito (22,7 miliardi di saldo negativo). Secondo l’indagine, riferisce ancora Citywire, il 66% degli investitori ha dichiarato che gli obiettivi realizzati dai manager sarebbero stati inferiori alle attese; il 41% dei manager sostiene di non aver raggiunto i traguardi prefissati. Sempre secondo il rapporto, il 2017 potrebbe confermarsi come un anno difficile per gli operatori: il 47% degli investitori ha effettuato lo scorso anno almeno un’operazione di ritiro dei capitali mentre nei prossimi 12 mesi la quota degli investitori stessi che intendono ridurre la propria esposizione sui fondi supera quella di coloro che affermano di volerla aumentare.

Condividi:
Show Buttons
Hide Buttons