BBC: l’immobiliare londinese? Nei paradisi fiscali

Road Town, capitale delle Isole Vergini Britanniche. Foto: Henry A-W, Wikimedia Commons

23 mila dei 97 mila immobili a proprietà offshore di Inghilterra e Galles sono controllati da società registrate alle Isole Vergini Britanniche. È uno dei dati più clamorosi emersi in un’indagine della BBC. L’inchiesta, condotta sul registro del catasto del Regno Unito a gennaio 2018, solleva implicitamente molti interrogativi sulla natura degli investimenti agitando il sospetto che dietro alle operazioni vi siano strategie di elusione fiscale. Classificati come paradiso fiscale, le Isole Vergini Britanniche ospitano 11.700 delle società immobiliari emerse grazie allo studio. La popolazione dell’arcipelago, ricorda la BBC, ammonta a circa 30 mila individui.

Fino all’aprile 2017, nota l’emittente britannica, gli immobili controllati da una società offshore non erano soggetti alle tasse di successione. Da allora il governo britannico ha annunciato un piano per la cancellazione della norma rendendo così meno attraente l’investimento. La ricerca è stata resa possibile dall’apertura al pubblico dei dati catastali. Questi ultimi, tuttavia, non comprendono i nomi dei proprietari effettivi – i cosiddetti beneficial owners – che si nascondono dietro alle compagnie private coinvolte, la cui identità non è mai stata resa nota dalle autorità britanniche.
Questi, nel dettaglio, I dati più interessanti emersi nell’inchiesta: le società domiciliate nelle Isole Vergini, a Jersey, Guernsey e nell’Isola di Man controllano da sole I 2/3 degli immobili analizzati. Molte altre società immobiliari degne di nota individuate dalla ricerca sono registrate a Hong Kong, Panama e in Irlanda. Il 44% degli immobili offshore dell’inchiesta sono edificati a Londra; 11.500 di questi si trovano nella ristretta area della City di Westminster; più di 6 mila nei quartieri di lusso di Chelsea e Kensington. Nella sola Green Street, nel cuore del prestigioso West End district, si contano ben 15 proprietà riconducibili a società offshore, ricorda la BBC. Le società che controllano gli immobili sono registrate nelle isole Turks and Caicos, nelle Isole Vergini, a Jersey, Isola di Man, Hong Kong, Singapore e Italia.
Condividi:
Show Buttons
Hide Buttons