“Niente più auto a benzina”: annuncio choc di Pechino

La Cina, il più grande mercato automobilistico mondiale, dice addio alle auto a combustibili fossili e con la sua scelta potrebbe rivoluzionare il settore dell'automotive. Il vice ministro dell'industria ha annunciato l'intenzione del governo di Pechino di vietare - senza precisare ancora quando - la produzione e la vendita di veicoli diesel e benzina. Lo si legge in una nota della Xinhua, agenzia di stampa ufficiale cinese, riportata dalla BBC. "Queste misure comporteranno sicuramente profondi cambiamenti per lo sviluppo del nostro settore automobilistico", ha dichiarato Xin Guobin. Solo nel 2016 infatti ha prodotto 28 milioni di automobili.

La decisione cinese non è isolata: anche in Gran Bretagna e in Francia hanno manifestato la stessa intenzione. Per questo, l'industria automobilistica sta velocemente convertendo la propria ricerca e la produzione verso i motori elettrici. La stessa Volvo, di proprietà cinese, ha promesso di convertire le proprie auto con motore elettrico a partire dal 2019. La rivoluzione verde riguarderà anche gli autocarri e furgonati.

Nel 'breve' periodo, la Cina si è imposta come obiettivo che i veicoli elettrici a batteria e ibridi plug-in rappresentino almeno un quinto delle vendite di veicoli entro il 2025. Questa scelta avrà sicuramente ricadute importanti anche sulla domanda di petrolio, essendo il Paese il secondo consumatore al mondo dopo gli Stati Uniti.

@lamarty_twi

Condividi:
Show Buttons
Hide Buttons