EDITORIALE / BOERI: L’ALLEATO DEI POPULISMI

mini-bio Tito Boeri, da Valori 150 luglio-agosto 2017

Disparità economica, certo, ma anche cattive condizioni di salute e scarse opportunità di cura: propaganda e cattiva politica si nutrono spesso di ciò, e una riflessione interessante sul tema è nell'editoriale di Tito Boeri al dossier di Valori luglio in uscita, il numero 150 del nostro/vostro mensile.

"La salute disuguale - scrive Boeri - è un tema da non sottovalutare perché si sta dimostrando un grande alleato dei populismi. Se osserviamo infatti il profilo territoriale del voto a Donald Trump vediamo che nelle zone rurali, dove le condizioni non solo economiche ma anche di salute sono peggiori, il neo presidente ha raccolto la maggior parte dei consensi. Nelle aree dove Trump ha avuto più successo, infatti, i tassi di obesità, di mortalità, di abuso di droghe e alcol e di suicidi sono mediamente più alti che in altre zone degli Stati Uniti".

Una questione più che mai di attualità, come si vede, cui Boeri non si sottrae, sottolineando la necessità di  disinnescare le distorsioni economiche in atto affrontando "il nodo della selettività nell’universalismo: anche in un servizio sanitario che copre tutti i cittadini, la fornitura di prestazioni mediche costose può richiedere una rilevante compartecipazione da parte di chi ha redditi più elevati".

Potete scaricare e leggere l'editoriale integrale cliccando qui.

Valori 150 è già in vendita online in digitale e arriva tra pochi giorni a casa dei primi abbonati e, via via, sarà disponibile nelle filiali di Banca Etica e in alcune edicole milanesi.

Se potete, sostenete con un abbonamento l’informazione indipendente di Valori e rimanete aggiornati con le nostre notizie quotidiane, che trovate su questo sito o seguendo i nostri aggiornamenti social su Facebook e Twitter.

Condividi:
Show Buttons
Hide Buttons