Usa, denunciata l’EPA per i neonicotinoidi sospetti

  L’Agenzia americana per la protezione dell’ambiente (EPA) è stata accusata da un gruppo di apicoltori e di attivisti in difesa dell’ambiente di aver concesso in modo superficiale le autorizzazioni alla vendita di una serie di pesticidi pericolosi. La Ong Natural Resources Defense Council (NRDC) ha pubblicato infatti un rapporto nel quale si spiega che «il numero di «pesticidi commercializzati senza avere eseguito dei test o comunque con controlli insufficienti è pari a ad oltre 10 mila».

Per questo, la scorsa settimana è stata depositata una denuncia contro l’EPA: un’azione che teoricamente potrebbe portare alla sospensione delle autorizzazioni finora concesse. In particolare per quanto riguarda i pesticidi neonicotinoidi, sospettati della morte improvvisa del 30% delle api negli alveari, ogni anno a partire dal 2007, e che è stato battezzato “Colony Collapse Disorder”. 

Da parte sua, l’agenzia statunitense per ora ha preferito non commentare la notizia. 


Condividi:
Show Buttons
Hide Buttons